Browsed by
Mese: luglio 2013

Il binocolo per tenere i tuoi competitors sotto controllo

Il binocolo per tenere i tuoi competitors sotto controllo

Sei sempre aggiornato sulle mosse della concorrenza? Sai quali strategie adottano e soprattutto sai quali ritorni hanno? Che strumenti hai per tenere i tuoi comptetitors sotto controllo? Se hai un’attività tenere sotto controllo i tuoi competitors è per te imprescindibile. Conoscere i propri avversari serve ad indirizzare la propria attività in funzione del mercato in cui si opera.

Sondaggio IPSOS, Letta supera Renzi nelle preferenze italiane

Sondaggio IPSOS, Letta supera Renzi nelle preferenze italiane

Il progetto di mettere sulla ‘graticola’ Matteo Renzi sta riuscendo. Da rottamatore sconfitto nelle scorse primarie, il PD sta portando avanti una politica di arroccamento ben guidata dall’attuale segretario del partito. Un ex-sindacalista abituato alle battaglie, alle discussioni, ai compromessi… insomma alla mediazione. E in questo Renzi è più debole. Lui è il ‘Messi’

La vera criticità per la ripresa in Italia: l’ossessivo credit crunch

La vera criticità per la ripresa in Italia: l’ossessivo credit crunch

Le politiche di offerta dei prestiti dalle banche alle imprese sono divenute «lievemente più restrittive, riflettendo principalmente prospettive sfavorevoli per l’attività economica e un connesso maggiore rischio di credito. L’ulteriore irrigidimento dell’offerta del credito riflette principalmente le prospettive sfavorevoli per l’attività economica e un connesso maggiore rischio di credito. Secondo le banche interpellate anche la domanda è rimasta fiacca nel secondo

Europa, 2 anni di crisi sono costati alle banche 100 miliardi

Europa, 2 anni di crisi sono costati alle banche 100 miliardi

Due anni di crisi sono costati alle banche europee 100 miliardi di euro. Il costo diretto della crisi, guardando ai soli oneri straordinari, è stato per le banche europee pari a quasi 100 miliardi di euro nel biennio 2011-2012. È quanto ha stimato R&S-Mediobanca in un rapporto sulle maggiori banche internazionali. Su un costo totale di 100 miliardi, 78 miliardi sono da attribuirsi a svalutazioni ed impairment (almeno 15 miliardi relativi al

In Germania il sesso è una macchina da soldi anche per lo Stato

In Germania il sesso è una macchina da soldi anche per lo Stato

In Germania oltre 14,5 miliardi è il giro d’affari del cosiddetto ‘sesso a pagamento’. Una fonte di tassazione importante anche per lo stato che su questo fatturato incassa evidentemente la normale tassazione. Un valore di molto superiore all’IMU prima casa e ad un punto di IVA tanto per indtenderci.

Il mercato della pubblicità torna a crescere dopo 22 mesi

Il mercato della pubblicità torna a crescere dopo 22 mesi

Per la prima volta dopo quasi due anni la raccolta pubblicitaria di Mediaset inverte la rotta e cresce. Il gruppo prevede nel mese di luglio 2013 una raccolta pubblicitaria più elevata rispetto a quella registrata nel luglio 2012». Il luglio 2013 potrebbe essere il primo mese con ricavi pubblicitari in crescita intorno al 3%, dopo 22 mesi consecutivi di confronto